Followers

Follow by Email

Translate

My YouTube

Loading...

Labels

Abbondanza AlchimiaNatura Animazione Armani AromaZone Arte Attirance Autoproduzione Aveda Awards Bagno Bagnoschiuma BalsamiCorpo Basics BBCream BemaBio Benefit Benessere BestOf BibliotecaPagana Bioalchemilla Bioearth BiofficinaToscana Biolù Blush Books BottegaVerde Bronzer Buff'd Capelli Casa CCCream Chanel China Glaze Chrimaluxe Cipria Clarins Collezioni Collistar ContornoOcchi Corpo Correttori CosmesiNaturale Creatività CremeColorate CremeCorpo CremeMani CremeViso CuradeiCapelli CuradeiPiedi CuraDelCorpo CuradelleMani CuraDelViso DahliaNoir Deborah Decluttering Deodoranti Detergenti Dior DolceGabbana Dove Downshifting Dramatag E.l.f. EauDeToilette EcoBio Ecologia ElementalBeauty EllisFaas Empties Erborian Esfolianti Essence Eventi Eyeliner Fard FengShui FigheCosì Fissatori Fitocose Fondotinta FOTD Fotografia Fragranza Fragranze Garnier GelDoccia Giveaway Givenchy Gloss Gratitudine HomeDecor Homemade IdeeRegalo IlGiardinodiArianna Ispirazioni IsseyMiyake Kiko L'Erbolario L'Oréal Labbra LaListaNera LaSaponaria Lavera Layering Letteratura Lettura Letture Libri Lifestyle Lilith'sCave LilyLolo Link-o-rama LipGloss LizEarle Look Lush MAC Madina MadMinerals MagicPeeling Make-Up Make-upBasics MakeUpForEver Mani Manicure Mascara MaschereViso MatiteOcchi Mavala Milano Minerale MineralFlowers MUFE Musa'sBox Musica MyBeautyBox Naarei NailArt Natale NeveCosmetics NeveMakeUp NicolaiLilin NOTD O.P.I. Ombretti OmniaBotanica Orly OrrorieMeraviglie Paganesimo Palette Parfum Pavia Pedicure PhotoADayChallenge Photodiary PiccoleCose Piedi Pigmenti Poesia Politica Postilosi Preferiti Premi Profumi Profumo Prosperità Pupa RawGaia Recensioni Regali Remedia Revlon Rituali Rossetti SaloneContempora SalvietteStruccanti Sante Sapò Saponi Scrub Sephora Shampoo Shiseido Shopping SkinCare SmallThings Smalti SmaltimentoProdotti Spiritualità Stile Struccanti Suhada Tag TeaNatura Terre TheAllNaturalFace TheBodyShop TimBurton Tonici Top5 Trucco TruccoMinerale Tutorial Unghie UrbanDecay Vampire Video Viso VitaPersonale VivaLaNails WishList YesToCucumbers Yogi Box YSL Yule YvesSaintLaurent

Le Fedelissime

lunedì 31 ottobre 2011

I Postilosi - #2 - Vampire.


Per il secondo dei nostri Postilosi (qui trovate il primo, con qualche parola di spiegazione sul progetto) Euforilla ed io abbiamo scelto un'ispirazione per niente inflazionata in questo periodo dell'anno: il vampiro. Le storie sui vampiri mi affascinano sin da quando ero bambina, e hanno sempre stimolato moltissimo il mio immaginario. Mi richiamano immagini decadenti, nebbiose e antiche, e la mia interpretazione di questo tema è un tributo a questo immaginario. Se fossi un vampiro creato nel Medioevo o nell'Ottocento non potrei tollerare di abbigliarmi secondo la moda dei giorni nostri, e mi ostinerei a indossare abiti antichi e goticheggianti, non come ad esempio i vampiri di Underworld che comunque sono ai giorni nostri quanto di meglio offre il cinema su queste creature. Quando penso ai vampiri penso ai libri di Bram Stoker e di Anne Rice, a questo libro che adoravo quando ero adolescente e non so più quante volte l'ho riletto, a cripte e cimiteri nebbiosi, a Buffy (la mia serie televisiva preferita di sempre), al bellissimo Dracula di Francis Ford Coppola (anche questo tra i miei film preferiti, in cui a mio parere Gary Oldman da il meglio di sé e ritrae alla perfezione l'essenza del vampiro), a True Blood, e penso anche che se fossi un vampiro andrei immediatamente a nutrirmi di Stephenie Meyer e di tutta la troupe di tutti i film della saga di Twilight (no, niente link, mi rifiuto).


Mi ha dato molta soddisfazione truccare gli occhi con una combinazione di colori così inusuale per me: ho usato un meraviglioso borgogna matte di MAC, un nero sempre matte, un grigio fumo e un bel rosso ruggine fino quasi al sopracciglio, senza highlighter di alcun tipo e giocando col rosso e il nero anche sotto e attorno all'occhio in modo da creare molta profondità e da dare allo sguardo un aspetto leggermente malato. Naturalmente con un trucco così drammatico non potevo farmi mancare un bel paio di ciglia finte!


Prodotti Utilizzati

Viso
Lilylolo Mineral Foundation in Porcelain
MAC Eyeshadow in Shadowy Lady (per il contouring)
MAC Blush in Bite of an Apple

Occhi
Too Faced Shadow Insurance
MAC Eyeshadow in Deep Damson
Urban Decay I Love NYC Palette
Coastal Scents Go Palette Moscow*
T. le Clerc Eyeshadow Chalk
Zoeva Gel Eyeliner in Black Lace
Kiko Glamourous Eyepencil n°403
Collistar Matita Occhi n°1
Zoeva False Eyelashes

Labbra
MAC Lipstick in Kittenish
MAC Eyeshadow in Shadowy Lady
Urban Decay I Love NYC Palette
Ellis Faas Creamy Lips in Ellis Red*

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.


Per il viso ho scelto un fondotinta chiarissimo e ho abbondato con il contouring usando un viola molto scuro insieme a un blush decisamente rosso, che ho poi smorzato con un ulteriore strato di fondotinta. Sulle labbra invece ho creato un leggero effetto sfocato attorno a tutta la bocca per dare l'idea del sangue rappreso dopo il pasto, giocando con qualche ombretto e un rossetto color sangue. Ho applicato solo sulla forma precisa delle labbra un rossetto borgogna molto scuro tamponandoci sopra dell'ombretto nero e del rossetto color sangue, e ho spalmato a dovere un po'di quest'ultimo anche sui denti. Ero stufa del look "vampira sexy", la festa di Halloween al di là della burla commerciale (e divertente!) in cui si è trasformata ha le sue origini nella festa più importante del calendario celtico, Samhain, che per i celti corrispondeva al capodanno e nelle cui celebrazioni si ricordavano i defunti e si invitavano i loro spiriti a banchettare insieme ai vivi che onoravano l'inizio della metà oscura dell'anno, in cui ci si confronta con l'ombra e la terra smette di dare frutti. Insomma, confrontarsi con la propria ombra è senz'altro interessante, ma non direi che ha molto di sexy, quindi mi piaceva l'idea che la mia interpretazione del vampiro avesse anche un tocco un po'splatter.






  

Se lo desiderate potete cliccare sulle foto (gentilmente ritoccate dal mio fidanzato Matteo perché avessero degli sfondi un po'più a tema col personaggio rispetto al mio balcone  coi vasi di piante aromatiche...) per ingrandirle. Cliccate invece qui se volete vedere il vampiro secondo la mia amica Euforilla.




E voi invece? Quali sono i vampiri che amate di più al cinema o nei libri? Cosa pensate se sentite la parola vampiro, e come vi immaginate che vestirebbero e si truccherebbero queste creature se davvero si aggirassero tra noi?



domenica 30 ottobre 2011

Liz Earle Sheer Skin Tint*

source: Liz Earle
Da poco più di un mese sto testando questa crema colorata di Liz Earle, il primo esperimento del brand per quanto riguarda il make-up e che, devo dire, mi ha molto deluso. Ho atteso con gioia di ricevere in anteprima questo prodotto esultando al pensiero di un fondotinta leggero che credevo avrebbe avuto una formulazione in gran parte naturale come quasi tutti i prodotti di questo marchio, che come ormai saprete adoro. Purtroppo invece l'INCI di questo prodotto si è rivelato assolutamete agghiacciante, come potete leggere di seguito.

INCI: Aqua, Cyclopentasiloxane, C12-15 Alkyl benzoate, Zinc oxide, Titanium dioxide, Sorbitol, Cetyl PEG/PPG-10/1 dimethicone, Isononyl isononanoate, Polyglyceryl-4 isostearate, Talc, Disteardimonium hectorite, Sodium chloride, Squalane, Borago officinalis seed oil, Polyhydroxystearic acid, Propylene glycol, Alumina, Aluminum stearate, Silica, Isostearic acid, Stearic acid, Aluminum hydroxide, Triethoxycaprylylsilane, Sodium dehydroacetate, Methicone, Tocopherol, Persea gratissima oil, Disodium EDTA, Phenoxyethanol, Ethylparaben, Propylparaben, Methylparaben, CI 77891, CI 77491, CI77492, CI77499.

Come vedete questa crema è zeppa di siliconi, che purtroppo non sono affatto l'ideale per la mia pelle; il prodotto non mi ha causato sfoghi permanenti ma quando lo metto avverto leggeri pruriti in varie zone del viso per tutto il giorno, e quando mi strucco sono piena di rossori che fortunatamente scompaiono durante la notte. La consistenza è fluida e leggera, si tratta proprio di un idratante che si fonde bene con l'incarnato, ma l'elevata quantità di siliconi si sente immediatamente nella texture che resta particolarmente viscosa e fa sì che il finish di questo prodotto resti leggermente lucido a meno che non si tamponi il viso con una giusta quantità di cipria opacizzante, cosa che a me non piace perché sembra sempre che la pelle sia umida a meno che appunto non si usi sopra una cipria, il che toglie parecchia praticità a questo prodotto che per me idealmente dovrebbe essere uno di quei passepartout salva tempo per le mattine in cui si va di fretta e si mette una crema colorata e via. La durata è ottima, per quanto mi rigarda questo prodotto ha la stessa tenuta di un normale fondotinta di media qualità, e la coprenza è modulabile, da leggera a mediamente elevata. Posto che si tratta di una crema colorata che non ha un INCI tale da spingere all'acquisto solo per la bontà degli ingredienti vi consiglio di usare un vero e proprio fondotinta se desiderate una coprenza totale, ma se invece amate questo prodotto e avete bisogno solo qualche volta di un po'di coprenza in più seguite il consiglio dell'azienda e applicate più strati di prodotto uno sull'altro piuttosto che tanto prodotto tutto insieme. Io ho provato la colorazione intermedia, beige, che si è rivelata molto adatta per i miei colori. Tutte le Sheer Skin Tint hanno il fattore di protezione solare 15. Come sempre il packaging è essenziale, elegante e funzionale, la quantità è di 40ml per 21£ che trovo un prezzo davvero troppo elevato considerato che le prestazioni del prodotto sono buone ma non ottime e che l'INCI è abominevole per trattarsi di un marchio che propone prodotti a base di ingredienti naturali, per quanto non ecobio. Questa volta trovo che Liz Earle abbia proprio fatto un errore, avrei di gran lunga preferito un prodotto anche un po'meno performante ma più naturale, in linea col resto della loro linea dal punto di vista della formulazione, piuttosto che questa crema così chimica che non ha niente di innovativo o di superiore rispetto a tante altre già viste sul mercato. Del resto, se la Lavera riesce a produrre dei buoni fondotinta liquidi con un INCI verdissimo non avrebbero potuto farlo anche i creatori della gamma Liz Earle, tantopiù che non hanno scelto di produrre un fondotinta ultracoprente ma una leggerissima crema colorata? Visto l'effetto che ha sulla mia pelle avevo quasi pensato di cestinare questo prodotto, alla fine mi spiacerebbe però buttarlo via quasi nuovo perciò mi limito a usare questa crema una volta ogni tanto, magari quando passo la notte fuori casa e la mattina dopo mi è più comodo usare questa rispetto al fondo minerale. Voi avete provato questa crema di cui si è sentito tanto parlare? Anche voi siete rimaste deluse come me, o l'avete invece apprezzata?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

venerdì 28 ottobre 2011

Double Musa's Box.

source: Pinterest


Alcune di voi avranno forse notato che la settimana scorsa non ho pubblicato la consueta Musa's Box del venerdì, e che in generale sono un po'sparita dalla blogosfera, con pochi post e ancor meno commenti sotto ai vostri. Venerdì scorso è morto il micromicino che avevmo deciso di tenere, il piccolo Loki, che era bruttinissimo e dolcissimo, una creatura davvero adorabile. In poche ore di agonia se n'è andato, del tutto improvvisamente, senza alcuna avvisaglia, probabilmente per un aneurisma o simili. Ci siamo consolati pensando che nei due mesi della sua piccola vita è stato amatissimo, sempre e da chiunque, per il suo carattere assolutamente disarmante, buffo e tenerissimo, e pensando che è stato sempre in perfetta salute e al momento di andarsene dopo una vita di sola felicità ha sofferto niente e per poco tempo. Però venerdì proprio non riuscivo a concentrarmi sulle cose belle e non mi andava di scriverle, quindi farò oggi un elenco cumulativo delle cose belle delle due settimane passate, in ordine sparso.
  • Scrivere le pagine del mattino.
  • Le mail quotidiane con le amiche.
  • Organizzare la celebrazione di Samhain.
  • La nebbia.
  • La torta salata zucca, funghi e mandorle.
  • Le lezioni di danza e di yoga.
  • Le chiacchiere con gli amici a Milano.
  • Una nuova maschera da provare.
  • Degli omaggi coloratissimi in arrivo dagli Stati Uniti.
  • Organizzare il corso di trucco a Bergamo.
  • Il BonRoll caldo farcito con prugne, pinoli e maggiorana.
  • La prima lezione privata con un'allieva dolcissima.
  • Riscrivere il curriculum.
  • L'incenso.
  • L'olio essenziale alla lavanda.
  • La lezione di prova di Inspirational Bellydance, andata ben oltre le nostre aspettative.
  • Scegliere le musiche per le prossime lezioni di Inspirational Bellydance insieme alla mia amica Lanterna.
  • Le amiche che ti stanno vicino, che abitino vicine o lontane.
  • Parlare a lungo e credere di poter risolvere qualunque problema.
  • Poter indossare di nuovo il cappottino di Desigual.
  • I gatti che anche se hanno la loro ciotolina d'acqua bevono imperterriti dai sottovasi delle piante pieni d'acqua sporca di terra...
  • Pensare al mio compleanno che si avvicina a grandi passi.
  • I panini caldi col prosciutto, l'insalata, il pomodoro e la maionese.
  • Nessun Dove.
  • Vedere Betty Swann che gioca col nulla ed essere certi che stia giocando col piccolo Loki venuto a trovarla dal paradiso gattino.
  • Il pranzo in creperia con le amiche.
  • Curiosare al mercato cui non avresti dato una lira e scoprire che invece ci sono un sacco di cose carine ed economiche che entrano automaticamente nella wishlist dell'inverno...
  • Fare una lista di quello che desidero per il compleanno, materiale e non.
  • Gli abbracci e gli sguardi che parlano.
  • Zen che sta finalmente meglio e si fa fare tutte coccole sul pancino.
  • Questo video, e anche questo, questo e questo.
  • Le mie sei amatissime bestie (quattro gatti, un cane e un fidanzato).
Questo esercizio è sempre molto utile, specie in questo periodo che davvero per me si sta rivelando non dei migliori, sono settimane in cui mi sta succedendo un incidente dopo l'altro e in cui tutto sembra difficile e complicato se non insuperabile... E ecco, fa davvero bene ricordarsi che in mezzo a questo periodaccio ci sono anche tante piccole cose bellissime e di valore. E le vostre settimane come stanno andando?

giovedì 20 ottobre 2011

Tag: Tanto non lo comprerò mai!

source: Google
Oggi non sono riuscita a scrivere la recensione che vi avrei voluto proporre e ho pensato di rispondere al volo a questo simpatico tag che ho appena letto sul blog della splendida Aru. Procediamo subito dunque! 

"Tanto non lo comprerò mai!"

Hai mai acquistato...
  • Il sapone di Aleppo Nour? No.
  • Il Cleanse&Polish Liz Earle? Non l'ho acquistato ma l'ho ricevuto in omaggio dall'azienda e mi è piaciuto così tanto che, ahimé, penso che per Natale mi regalerò la confezione scorta da tre!
  • L'Elicina? No.
  • Lo struccante bifasico "Fior di Magnolia"? No ma uso sempre un bifasico, sono passata dal Bi-Facil di Lancome al più economico bifasico di Sephora.
  • Gli ombretti Neve Make up? Ahimé, si, e in quantità industriali come avete visto qui!
  • Una BBCream? No.
  • Il Primer Potion Urban Decay? Si, sia nel colore originale che nella versione Eden.
  • La Too Faced Shadow Insurance? Si, sia nel colore originale che nella versione Candlelight.
  • L'olio indiano Forsan? Si, dopo un video entusiastico di Chienkiri e pentendomene, su di me è stato totalmente inutile, ahimé... L'ho riciclato come olio base per fare una cremina.
  • Un prodotto Elf? Si, ma mica solo uno...!
  • L'hennè (neutro o colorato)? Si, sia neutro che rosso.
  • Gli Shampoo della linea gabbiano dell'Esselunga? No, mi incuriosiscono ma evito di comprare all'Esselunga perché so che trattano molto male i propri dipendenti e la cosa non mi garba per niente.
  • Un qualsiasi prodotto Fitocose? No, non ancora quantomeno, ma la wishlist si allunga, si allunga...!
  • Una collezione o qualche pezzo di una collezione Essence? Non ho acquistato io ma un'amica mi ha regalato dei prodotti della LE I love Berlin.
  • I prodotti Essence? Si, principalmente smalti e ombretti.
  • I Long Lasting Stick Eyeshadow di Kiko? Si, sono la felice proprietaria di parecchi colori.
  • Il rossetto Russian Red di Mac? Si, ebbene, parliamo del mio rosso preferito signore!
  • La Naked Palette di Urban Decay? Non l'avrei mai comprata, ma me l'hanno regalata e la uso con soddisfazione sulle spose.
  • Le Palette Zoeva (o cinesissime) da 120 colori,88 colori e compagnia bella? Un'amica mi ha regalato la Metallic Stones che è l'unica che uso su di me, io ho acquistato la 88 shimmer, la 96 mista, la nude, la nude shimmer, la 88 warm e la Sun Kissed di blush, le uso tutte per lavoro.
  • Un prodotto Mac (se sì quale)? Si, sono un po'tanti per elencarli tutti, principalmente rossetti e ombretti comunque.
  • Uno shampoo I Provenzali? No.
  • Un balsamo I provenzali? No.
  • Un prodotto I Provenzali? Si, la maschera per capelli ai semi di lino. Ottima!
  • Uno smalto color fango? Se si di che marca? Si, di Chanel ed Elf, e ne ho ricevuto uno in omaggio dalla Layla.
  • Gel d'Aloe Equilibra? No.
  • Un prodotto Lavera? Si, due pessimi deodoranti e un dentifricio che adoro e ricompro sempre.
  • Uno smalto OPI? Non ne ho mai acquistato uno, ne ho ricevuto due in omaggio dall'azienda e non mi sono piaciuti affatto.
  • I Lip Tar OCC? No.
  • Le ciglia finte? Si, le uso molto anche per lavoro.
  • La cipria HD di Make Up For Ever? No, ho acquistato la sorellina povera di Elf però!
  • Le Palette Sleek? Ho acquistato la Bad Girl che adoro e mi piacerebbe prenderne molte altre, ma dovrò aspettare, ahimè!
  • Le Palette Inglot? No... N ancora!
  • Qualche prodotto Madina? Si, principalmente matite e ombretti e qualche rossetto o gloss.
Non posso che taggare chiunque di voi leggerà questo post, sono curiosissima! Anche se non farete il tag mi piacerebbe leggere nei commenti a quale "ossessione" cosmetica non avete saputo dire di no, e se c'è qualcosa dei prodotti elencati che possiedo di cui vi piacerebbe vedere la recensione sul blog non esitate a chiedere!
 

mercoledì 19 ottobre 2011

NOTD #7 - Dolce&Gabbana Desert.


Questa è una semplice accent manicure che ho realizzato qualche tempo fa. Sull' anulare ho steso due mani del numero 20 di Essence, si chiama Fatal, fa parte della linea Multi Dimension ed è un nero lucidissimo. Non ne ricordo il prezzo ma dubito superi di molto i due euro, ha una buona durata e un finish meraviglioso ma è un po'pastoso e la stesura può essere difficoltosa, consiglio di agitarlo con decisione prima dell'uso. 


Sulle altre dita ho applicato invece lo smalto di Dolce&Gabbana nella tonalità Desert: si tratta di uno stupendo color bronzo dai riflessi dorati caldi, con tanti minuscoli microglitter. Adoro il packaging degli smalti D&G: sotto il tappo dorato che vedete in foto ce n'è uno piccolo e cilindrico, come quello degli smalti Chanel per intenderci. La stesura e la durata dello smalto sono ottime, le uniche pecche sono il tempo di asciugatura un po' elevato e il pennello molto lungo sul cui bastoncino si deposita molto prodotto che a volte cola rovinosamente sull'unghia su cui state lavorando. In foto vedete due passate di smalto, con una sola otterrete un colore leggermente sheer e potrete ancora intravedere l'unghia sotto. Questo smalto mi è stato regalato d mia zia quindi non so dirvi quanto costi, ma a giudicare dal resto della linea posso supporre che non sia esattamente a buon mercato. Tuttavia trovo sia un colore davvero bello e particolare, che vale la pena acquistare se si desidera farsi un piccolo regalo di lusso.


Su tutte le dita dipinte di bronzo ho applicato degli strass neri a goccia di Essence, e sul pollice ho utilizzato anche uno dei meravigliosi Water Decals di Viva La Nails di cui vi avevo già parlato qui. Nella foto sopra potete forse notare meglio i microglitter presenti nello smalto D&G e la luminosità e i bellissimi riflessi propri di questo colore.


Su tutte le unghie ho applicato per finire una mano del top coat Shiny di Kiko, di cui vi raccontavo con entusiasmo qui. Nonostante fosse ricca di dettagli ho trovato questa manicure piuttosto discreta ed elegante. E voi che ne pensate? Siete delle fan o delle detrattrici della accent manicure? Vi piace questo colore di D&G?

martedì 18 ottobre 2011

FOTD #10 - Cloudy.


Questo è un semplicissimo look che ho creato qualche giorno fa, in una delle prime giornate che mi hanno avvolto con un cielo lattiginoso in questo autunno. Avevo poco tempo e ho usato pochissimi prodotti, puntando tutto sul contrasto tra le labbra vestite di un rosso accesissimo e gli occhi truccati con semplicità.




Prodotti Utilizzati

Viso
Liz Earle Sheer Skin Tint*
ELF Complexion Perfection
MWW4U Blush n°23*

Occhi
MAC Eyeshadow in Deep Damson (per le sopracciglia)
Too Faced Shadow Insurance
MAD Minerals Eyeshadow in Fog
Collistar Ombretto Effetto Seta n°22
Sephora Kajal Nero
Max Factor False Lash Effect Fusion Mascara

Labbra
MAC Lip Pencil in Beet
MAC Lipstick in Glam

Voi di quali colori avete voglia ora che le giornate fresche dell'autunno sono finalmente arrivate?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

lunedì 17 ottobre 2011

Liz Earle Energising Body Lotion*

source: Liz Earle

Ho avuto modo di provare negli ultimi due mesi questa freschissima crema corpo di Liz Earle. Ormai questo marchio è per me una garanzia e sono rimasta infatti davvero soddisfatta di questo prodotto. Si tratta di un'emulsione leggera ma nutriente, ricca di oli essenziali balsamici dalle proprietà energizzanti e rassodanti. L'unico contro che posso trovare a questa crema è che non ho notato su di me un aumento della tonicità dei tessuti ma devo premettere che non ho mai avuto grossi problemi da questo punto di vista quindi c'era ben poco da rassodare nel mio caso. Per il resto trovo si tratti di un ottimo prodotto: la consistenza è leggera e di facile assorbimento ma si nota subito una grande idratazione che si rivela essere duratura e non solo momentanea. Il profumo è delizioso, e unito alla sensazione di freschezza che si avverte massaggiandosi sul corpo questa crema è davvero un ottimo aiuto per iniziare la giornata con una sferzata di energia: vi consiglio caldamente di usare questa crema al mattino, vi aiuterà a svegliarvi e iniziare la giornata nel migliore dei modi. Rispetto agli altri prodotti Liz Earle forse questa crema è un po'meno concentrata, quindi vi servirà un po'più di una noce di prodotto per applicazione, ma il rapporto tra quantità e qualità e il prezzo di 17£ per 150 ml mi sembra comunque ottimo. Il packaging grazioso, essenziale e funzionale e l'INCI verdissimo non possono che farmi chiudere in bellezza la mia valutazione di questo prodotto.

INCI: Aqua (water), Rosa damascena (rose) flower water, Hydroxypropyl starch phosphate, Coco-caprylate/caprate, Persea gratissima (avocado) oil, Glycerin, Borago officinalis (borage) seed oil, Cetearyl glucoside, Cetyl esters, Triticum vulgare (wheat) germ oil, Aesculus hippocastanum (horse chestnut) seed extract, Ginkgo biloba (ginkgo) leaf extract, Hedera helix (ivy) leaf/stem extract, Ruscus aculeatus (butcher’s broom) root extract, Rosmarinus officinalis (rosemary) oil, Pogostemon cablin (patchouli) oil, Pelargonium graveolens (geranium) oil, Mentha piperita (peppermint) oil, Eucalyptus globulus (eucalyptus) leaf oil, Citrus aurantium amara (petitgrain) leaf oil, Citrus aurantium dulcis (sweet orange) oil, Citrus paradisi (grapefruit) oil, Abies sibirica (pine) oil, Phenoxyethanol, Polyglyceryl-3 methylglucose distearate, Sodium lactate, Caffeine, Cetyl alcohol, Panthenol, Tocopherol (vitamin E), Tocopheryl acetate, Benzoic acid, Sodium stearoyl glutamate, Dehydroacetic acid, Ethylhexylglycerin, Sodium hydroxide, Citral, Citronellol, Geraniol, Limonene, Linalool.

Voi avete provato questa crema di Liz Earle? Siete d'accordo con me nel mio amore incondizionato per questa coccola, o le avete trovato qualche difetto?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

venerdì 14 ottobre 2011

Double Musa's Box.


La scorsa settimana è stata intensa e impegnata al punto che venerdì non ho trovato il tempo per pubblicare la consueta lista delle cose belle della settimana, perciò ho deciso che quella di oggi elencherà le piccole gioie di questa e di quella passata. Eccole qui!
  • I capelli che profumano di buono.
  • I progetti lavorativi che iniziano a concretizzarsi.
  • Matteo che mi prepara la cena e si prende cura di me quando non sto bene.
  • La Contessa Nera.
  • Il primo dei Postilosi.
  • Le carote con lo zenzero e il pane tostato ancora caldo, in contrasto con l'acqua gelata.
  • Un tardo pomeriggio di yoga e di danza.
  • I bellissimi commenti al post sul Downshifting, per cui non vi ringrazierò mai abbastanza.
  • Le telefonate con le amiche lontane ma sempre speciali.
  • La partenza del progetto dell'Inspirational Bellydance.
  • Wolfie che fa una meravigliosa ora di addestramento con le persone, senza nemmeno abbaiare mezza volta.
  • Il piccolo Loki che dorme al sole in posizioni troppo belle.
  • Riprendere in mano La Via dell'Artista.
  • La corrispondenza quotidiana con amiche che camminano sulla tua stessa strada...
  • Le serate a lume di candela.
  • I panini dolci ripieni di Nutella e cannella fatti da Matteo.
  • Un pacchetto con dei trucchi inaspettati che sanno d'autunno e di tramonto.
  • I Just Bitten di Revlon.
  • I microgattini che rincorrono come matti le foglie mosse dal vento.
  • Sognare tutte le notti.
  • La nuova serie di video in collaborazione con la mia adorata LadyMija.
  • I messaggi nostalgici delle amiche.
  • I croissant alla marmellata fatti in casa da Matteo (no, Matteo non ve lo presto! :P).
  • I gatti adulti che finalmente accettano i microgattini e si lasciano abbracciare dalle loro zampine minuscole mentre dormono.
  • Una giornata di chiacchiere e un po' di shopping con le amiche a Milano.
  • Pulire la casa da cima a fondo.
  • Svuotare ancora un po'la libreria e fare regali graditi alla biblioteca o agli amici.
  • Il torrone di Tonara portato in regalo da un'amica isolana come me.
  • La palette Metallic Stones di Zoeva.
  • Le microgattine che trovano casa in un posto pieno di verde e una nuova famiglia.
  • Il Rigoletto in compagnia di un caro amico.
Ho passato due settimane strane e non proprio bellissime, un po'malaticcia, un po'stordita e inconcludente, ma come potete leggere sono comunque state piene di cose belle... Quest'esercizio aiuta davvero a rimettere le cose nella giusta prospettiva! E le vostre settimane, come sono andate?

martedì 11 ottobre 2011

Orrori e Meraviglie - Settembre 2011.



Questo è il primo di una nuova serie di video in collaborazione con la mia amica LadyMija83 in cui vi parleremo dei nostri prodotti preferiti del mese passato e di quelli che più ci hanno deluso. 

Orrori di Settembre:
  • Kabuki Sigma* di cui avevo già parlato qui.
  • Balsamo Istantaneo Bifase Derbe.
  • Nebbia Fissante Neve Cosmetics di cui avevo già parlato qui.
Meraviglie di Settembre:
  • Bottega Verde Maxi Terra Compatta* di cui avevo già parlato qui.
  • Liz Earle Foot Scrub* di cui avevo già parlato qui.
  • Gel Pot Liners di The All Natural Face di cui avevo già parlato qui.
  • Fondotinta Minerale Elemental Beauty di cui avevo già parlato qui.
  • Kiko Shiny Top Coat.
  • Max Factor False Lash Effect Fusion Mascara.
E voi avete trovato dei nuovi amori cosmetici lo scorso settembre? O avete scoperto dei prodotti dalle prestazioni terribili che mi volete assolutamente sconsigliare?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

giovedì 6 ottobre 2011

Di Downshifting, Decluttering e Diventare Se Stessi - Parte Seconda.

source: Pinterest

Questo è il secondo di una serie di post che toccheranno l'argomento cosmesi e make-up solo in maniera estremamente marginale e che tratteranno invece più da vicino la mia vita personale e le mie riflessioni su alcuni argomenti per i quali ultimamente ho notato crescere l'interesse attorno a me. Se non siete interessate ci vediamo alla prossima recensione o al prossimo make-up del giorno, se invece avrete la curiosità e la pazienza di avventurarvi nella scoperta di questa nuova serie buona lettura!

Come dicevo nel primo post di questa serie certe scelte hanno un prezzo, e oggi è proprio di quanto costa farle che vorrei parlarvi. Partiamo dal presupposto che il prezzo che ho pagato io per cambiare il mio modo di vivere è stato soprattutto di ordine materiale, dal momento che per il resto ho pressoché solo beneficiato delle scelte che ho fatto.
La conseguenza più ovvia della scelta di lavorare in proprio, e lavorare sensibilmente meno, è che guadagno molto meno: non posso più comprarmi tutti i trucchi/vestiti/accessori che vorrei, non posso più cenare fuori ogni giorno, non posso più viaggiare alloggiando in magnifici alberghi. Ma vi stupirà sapere che quando puoi alzarti all'ora che vuoi e fare solo quello che ti piace, improvvisamente queste cose non contano più nulla. e si è talmente felici per altre cose che il desiderio di accumulare oggetti diminuisce esponenzialmente. Quando faccio la spesa devo stare molto più attenta alla cifra che spenderò, quindi non posso più riempire il carrello con qualunque cosa stuzzicante mi capiti a tiro... Però ho il tempo di pensare ogni giorno a quello che desidero mangiare, e quello di farmi il pane o lo yogurt o la torta in casa, come non riuscivo a fare da anni. Il mio balcone è pieno di piante sempre bellissime e dal lavoro esco sempre col sorriso, anche perché ho la fortuna di poter lavorare molto poco. Posso dedicarmi ai miei animali che salvo rari casi non si sentono mai soli, e non mi manca mai il tempo di nutrirmi di film, libri, musica e di coltivare le mie amicizie. Sono finalmente riuscita a dedicarmi allo yoga e alla danza, cosa che desideravo da sette lunghissimi anni e che il lavoro frenetico mi impediva di raggiungere. Se mi vengono le mestruazioni e sto così male che non c'è antidolorifico che tenga, quel giorno posso decidere di stare in casa a non fare niente, se non stare a mollo nella vasca piena d'acqua bollente e sedere sul divano a pensare, con una tazza di tisana fumante in mano e il cane vicino, che mi fa le coccole. Per rendere possibili tutte queste belle cose, in aggiunta alle scelte fatte è stato necessario anche iniziare a pensare al futuro in maniera diversa: in casa siamo io e il mio compagno (più un cagnolone e sette gatti, di cui tre piccini e due prossimi alla partenza verso altre famiglia, il che ce ne lascerà comunque ben cinque tutti da coccolare), che ha fatto una scelta analoga alla mia e anche se lavora (e guadagna!) ben più di me può comunque scegliere quando e come lavorare. Abbiamo deciso entrambi di puntare sull'arte per farne un lavoro - lui fa il tatuatore - il che è molto bello per molte ragioni, come avete letto, ma fa anche sì che guadagnamo giorno per giorno, non abbiamo mai uno stipendio fisso né un'idea precisa di quanto ci entrerà in tasca quel mese, e se ci ammaliamo o andiamo in vacanza e quindi non lavoriamo non guadagnamo, e per finire le prospettive di una pensione sono ben più ridicole che per il resto degli italiani. Ecco quindi un piccolo elenco delle decisioni pratiche che abbiamo preso, in parte solo perché la pensiamo così, in parte solo perché si è reso necessario a causa del lavoro che facciamo.

  • Viviamo in una casa in affitto e non abbiamo alcuna intenzione di comprarne una. Questo prima di tutto perché non vogliamo essere legati a un posto da una casa: abbiamo in mente di trasferirci all'estero tra qualche anno (anche e soprattutto per ragioni come questa o questa) e non è detto che sarà una decisione definitiva o che non vorremo di nuovo cambiare paese, perciò sarebbe gravoso ogni volta dover rimandare un cambiamento desiderato perché si deve aspettare di trovare un acquirente per la casa. Inoltre, non ci piace affatto l'idea di indebitarci per decenni e di dover regalare soldi alle banche (istituzioni che disprezziamo con tutto il cuore) per ripagare gli interessi. L'affitto sarà regalare soldi ai proprietari dell'immobile, certo, ma insieme alla libertà di lasciare la casa quando si vuole offre la libertà da varie spese di manutenzione come la maggior parte delle spese condominiali o quelle legate a tubi rotti e simili, e per finire l'affitto si può detrarre dalle tasse.  Al momento non abbiamo intenzione di fare dei figli, ma anche se dovessimo cambiare idea confidiamo nel fatto che la nostra eventuale prole sarà in grado di cavarsela anche senza la casa ereditata da mamma e papà.
  • Non abbiamo la macchina e non abbiamo alcuna intenzione di comprarne una. Ci muoviamo quasi sempre a piedi, in bici o con i mezzi pubblici e quando non è proprio possibile chiediamo in prestito la macchina a amici o parenti. Questo annulla del tutto o quasi le spese legate a rate per l'acquisto dell'auto, assicurazione, bollo, revisioni, meccanico, e benzina (che paghiamo solo quando ci prestano la macchina perché ovviamente in quel caso riempiamo noi il serbatoio). 
  • Entrambi abbiamo un solo cellulare, e non ci interessa sostituirlo con l'ultimo modello di I-phone/Smartphone disponibile sul mercato. Abbiamo il computer e non pensiamo che ci serva anche l'I-pad o che dobbiamo cambiare i nostri vecchi pc per l'ultimo modello di MAC. Non abbiamo il telefono in casa e non abbiamo la televisione, e non ci interessa averla. Questo annulla del tutto le spese legate a canone RAI o abbonamento SKY. Per i telefoni abbiamo entrambi delle schede ricaricabili con tariffe vantaggiose, per la connessione internet usiamo una chiavetta, sempre ricaricabile. Questo significa che non abbiamo obblighi mensili e se per una volta non avessimo i soldi potremmo semplicemente non ricaricare le schede per quel mese (ma mi sento di rassicurarvi sul fatto che questa eventualità non si è mai verificata).
  • Siamo abbonati a un servizio fornito da una cooperativa altoatesina che consegna a domicilio frutta e verdura bio, il che costituisce la maggior parte della nostra spesa ogni settimana e che ha un prezzo fisso, che ci permette quindi di sapere in anticipo quanto spenderemo esattamente per quel mese. Facciamo il resto della spesa al discount, con l'eccezione dei detersivi che compriamo ecologici e ricaricabili al Naturasì, e di carne, pesce e uova che prendiamo direttamente da allevatori vicini a noi. Cerchiamo di autoprodurre il più possibile, quindi facciamo spesso pane, dolci e yogurt in casa, e sul mio balcone coltivo la maggior parte delle piante aromatiche che uso per cucinare (basilico, prezzemolo, lavanda, peperoncino, timo, rosmarino, maggiorana...).
  • Viaggiamo sempre senza l'aiuto delle agenzie, prenotando da soli aerei e hotel, il che annulla lo spreco dovuto alla percentuale richiesta dall'agenzia per il proprio lavoro. 
  • Io provvedo da sola per tutto ciò che riguarda la cura della persona: uso il Silk-èpil, faccio da sola sopracciglia, manicure e pedicure, taglio e tingo da sola i capelli.
  • Per gli animali utilizziamo il cibo sfuso che troviamo nel nostro negozio di fiducia, che ci permette un grosso risparmio ed è anche ecologico.
Questi sono solo alcuni esempi di come è cambiata la nostra vita sul fronte pratico. Da un punto di vista meno materiale, essere costretti a spendere meno ti porta a comprendere che tante cose che ritenevi indispensabili non lo sono affatto, il che per me ha implicato oltre a un piccolo e positivissimo shock una sorta di disprezzo verso gli oggetti accumulati in tanti anni di vita frenetica nonché la buona abitudine di smettere di comprare cose inutili, anche una volta che mi sarebbe stato di nuovo possibile farlo. Ma questa è forse un'altra storia, e ve ne parlerò quindi nel prossimo post...

    mercoledì 5 ottobre 2011

    NOTD #6 - Kiko 344.


    Per realizzare questa semplicissima nail art ho usato uno degli smalti Kiko che ho acquistato più recentemente, il n°344. Come tutti gli smalti di questo marchio il costo è di 3,90€ per 11 ml. Si tratta di un bel celeste forte di cui sono abbastanza soddisfatta. La consistenza è un po'pastosa perciò è necessario un po'di impegno durante la stesura per non creare striature o buchi di colore, ma con la dovuta attenzione entrambi i problemi si evitano e il colore che si ottiene è lucido e omogeneo. L'asciugatura è piuttosto rapida e la durata è buona, senza top coat il colore inizia a sbiadirsi sulla punta delle unghie dopo circa tre giorni, con il top coat l'ho tenuto fino a una settimana. Non mi è mai capitato che si scheggiasse o che venisse via dalla base o dai lati delle unghie. Tra gli smalti Kiko che possiedo ce ne sono altri che preferisco a livello qualitativo, ma sono comunque soddisfatta di questo: lo uso quando so che ho cinque minuti in più a disposizione da dedicare alla stesura, così non ho problemi e non mi trovo con una manicure che non mi piace. Ve lo consiglio se amate questo colore e se siete disposte a sopportare questi piccoli difettucci a fronte di un prezzo che comunque è abbastanza contenuto. Per realizzare questa nail art ho usato degli stickers di Essence e dei brillantini sempre di Essence, purtroppo non ricordo i prezzi. Ho fissato i brillantini dopo una mano sottile di top coat, e poi ne ho data una seconda sopra.


    Voi avete provato questo smalto di Kiko? Ce ne sono altri con cui vi siete trovate bene? E qual è il vostro smalto celeste preferito?

    lunedì 3 ottobre 2011

    I Postilosi - #1 - Hippie Chic.


    Questo è il primo di una serie di post in collaborazione con la mia amica Euforilla. Ogni mese o giù di lì vi presenteremo la nostra interpretazione di uno stile o di un tema che ci hanno ispirato, che coinvolgerà ogni aspetto del look: trucco, capelli, abiti, accessori. Cliccate sulle foto per ingrandirle e vedere meglio i dettagli, se lo desiderate.


    Come avrete facilmente intuito, per questo primo numero della rubrica ci siamo ispirate ai figli dei fiori. Io sono assolutamente convinta di avere una vita passata da hippie: probabilmente sono morta per il troppo ballare a Woodstock, e poi mi sono reincarnata quando mi sono ripresa - beh, ci ho messo un po' ma eccomi qua! Adoro tutto ciò che ha a che fare con gli anni sessanta e settanta: la musica, i movimenti politici, lo stile, le icone... Mi piacerebbe in ognuno di questi post darvi qualche link che possa buttarvi nell'atmosfera che ha coinvolto me durante il processo creativo. Ad esempio, quando penso "hippie" penso istantaneamente a Janis Joplin, al patchouli, ai Doors, ai pantaloni a zampa d'elefante, ai Beatles, all'India, a Woodstock, e da lì il passo è breve fino ai Pink Floyd, al visionario The Wall, a The Dreamers... L'ispirazione è come un filo infinito, un solo pensiero basta a collegarti a un mondo di stimoli, e ovunque ti giri ci sono colori, profumi, arte...! Per me l'idea, con questi post, è quella di creare immagini che possano portare anche voi dentro l'atmosfera della mia ispirazione, quindi ci saranno più fotografie e meno parole del solito a partire dalla prossima volta. Mi piacerebbe moltissimo, poi, se nei commenti aggiungeste anche voi qualche link che porti a quello che fa pensare a voi l'ispirazione di quel mese: una canzone, un'immagine, un libro che il post vi ha fatto venire in mente... 


    Per quanto riguarda il trucco, per ogni tema realizzerò un video che potrà essere un tutorial o, per le cose più complicate, un reportage sommario del processo creativo; il look di questo mese è semplicissimo ed è molto simile a uno di cui ho già fatto un tutorial tempo fa e che trovate qui, vi basterà aggiungere un pelo di matita nera molto morbida da sfumare sopra e sotto l'occhio e usare un gloss naturale al posto del rossetto, tamponandolo leggermente perché non sia troppo lucido. Questo è un dettaglio degli occhi per farvi un'idea più precisa del risultato finale che ho voluto ottenere.


    Prodotti Utilizzati

    VISO
    Liz Earle Sheer Skin Tint in Beige*
    E.l.f. Complexion Perfection
    Bottega Verde Fard Compatto*

    OCCHI
    MAC Eyeshadow in Handwritten (per le sopracciglia)
    Too Faced Shadow Insurance
    Elemental Beauty Eyeshadow in Sculptress*
    Elemental Beauty Eyeshadow in Earth's Core*
    MAC Pigment in Cocomotion
    Collistar Kajal Nero
    Max Factor False Lash Effect Fusion Mascara

    LABBRA
    YSL Balsamo Labbra
     
    *i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.








    Anche voi siete delle nostalgiche degli anni del Flower Power? Barattereste tutti i vostri prodotti MAC per poter partecipare a Woodstock o al Sessantotto? A cosa pensate se dico "hippie"? Se volete andate a curiosare anche sul blog di Euforilla per vedere la sua interpretazione di questo look, speriamo che l'idea vi piaccia e in tal caso ci vediamo al prossimo Postiloso!


    sabato 1 ottobre 2011

    Musa's Box.


    Ieri non sono stata bene, quindi è con un giorno di ritardo che pubblico la lista delle cose belle di questa settimana:
    • un lungo viaggio in treno verso Roma, con dei bizzarri vicini da studiare.
    • tornare dopo tanto tempo in quella che per me, a Roma, è davvero Casa.
    • celebrare intimamente l'arrivo dell'autunno.
    • Inanna...
    • la pizza con le patate.
    • ridere a crepapelle per un tappetino bagnato.
    • rivedere tanti vecchi amici tutti insieme, in mezzo a una natura bellissima.
    • lo scrub Patchouli, Lavanda e Vaniglia di Sabon.
    • una cena deliziosa e mille risate con le amiche nell'immaginarci come aristocratiche signore della campagna inglese: in realtà, il mio nome è Geraldine!
    • la zuppa fuchsia lituana, preparata con amore da Ilaria.
    • regalarmi dei nuovi abiti morbidi e svolazzanti per le lezioni di danza.
    • la maratona di danza orientale, e ballare un Saidi per la prima volta.
    • le lunghe chiacchierate durante le quali si raccontano segreti e sciocchezze.
    • sentirmi bene dopo la lezione di yoga.
    • ballicchiare sul Maksoum alla lezione di danza.
    • cenare al giapponese con gli amici e spendere molto meno del previsto.
    • pesare lo zaino giusto per vedere quanti miliardi di chili sono riuscita a farci entrare, e riderne.
    • le chiacchiere coi nuovi amici in attesa che il treno parta.
    • le coccole di Matteo.
    • il cane che fa il bravo all'addestramento, e gli altri cani che di me non hanno mai paura.
    • scaricare un milione di e-book gratuiti.
    • La Ragazza Fantasma.
    • le patate arrosto.
    • i microgattini che giocano come pazzi e a volte ti corrono davanti come missili, altre volte cadono nella ciotola d'acqua del cane, altre ancora ti mordicchiano i piedi, e poi si addormentano caldi sulle tue ginocchia...
    • riascoltare Damien Rice.
    • L'Alba di Avalon.
    • Le mie nove amatissime bestie (sette gatti, un cane, un fidanzato).
    E la vostra settimana com'è andata? Quali sono le piccole cose che mettereste sulla vostra lista?