Followers

Follow by Email

Translate

My YouTube

Loading...

Labels

Abbondanza AlchimiaNatura Animazione Armani AromaZone Arte Attirance Autoproduzione Aveda Awards Bagno Bagnoschiuma BalsamiCorpo Basics BBCream BemaBio Benefit Benessere BestOf BibliotecaPagana Bioalchemilla Bioearth BiofficinaToscana Biolù Blush Books BottegaVerde Bronzer Buff'd Capelli Casa CCCream Chanel China Glaze Chrimaluxe Cipria Clarins Collezioni Collistar ContornoOcchi Corpo Correttori CosmesiNaturale Creatività CremeColorate CremeCorpo CremeMani CremeViso CuradeiCapelli CuradeiPiedi CuraDelCorpo CuradelleMani CuraDelViso DahliaNoir Deborah Decluttering Deodoranti Detergenti Dior DolceGabbana Dove Downshifting Dramatag E.l.f. EauDeToilette EcoBio Ecologia ElementalBeauty EllisFaas Empties Erborian Esfolianti Essence Eventi Eyeliner Fard FengShui FigheCosì Fissatori Fitocose Fondotinta FOTD Fotografia Fragranza Fragranze Garnier GelDoccia Giveaway Givenchy Gloss Gratitudine HomeDecor Homemade IdeeRegalo IlGiardinodiArianna Ispirazioni IsseyMiyake Kiko L'Erbolario L'Oréal Labbra LaListaNera LaSaponaria Lavera Layering Letteratura Lettura Letture Libri Lifestyle Lilith'sCave LilyLolo Link-o-rama LipGloss LizEarle Look Lush MAC Madina MadMinerals MagicPeeling Make-Up Make-upBasics MakeUpForEver Mani Manicure Mascara MaschereViso MatiteOcchi Mavala Milano Minerale MineralFlowers MUFE Musa'sBox Musica MyBeautyBox Naarei NailArt Natale NeveCosmetics NeveMakeUp NicolaiLilin NOTD O.P.I. Ombretti OmniaBotanica Orly OrrorieMeraviglie Paganesimo Palette Parfum Pavia Pedicure PhotoADayChallenge Photodiary PiccoleCose Piedi Pigmenti Poesia Politica Postilosi Preferiti Premi Profumi Profumo Prosperità Pupa RawGaia Recensioni Regali Remedia Revlon Rituali Rossetti SaloneContempora SalvietteStruccanti Sante Sapò Saponi Scrub Sephora Shampoo Shiseido Shopping SkinCare SmallThings Smalti SmaltimentoProdotti Spiritualità Stile Struccanti Suhada Tag TeaNatura Terre TheAllNaturalFace TheBodyShop TimBurton Tonici Top5 Trucco TruccoMinerale Tutorial Unghie UrbanDecay Vampire Video Viso VitaPersonale VivaLaNails WishList YesToCucumbers Yogi Box YSL Yule YvesSaintLaurent

Le Fedelissime

martedì 31 gennaio 2012

Lush Morbidissima.

source: Lush
Ho impiegato circa duemila anni a finire questo prodotto, e c'è un motivo: è la cosa più concentrata che io abbia mai sperimentato! Si tratta di un burro densissimo ed estremamente idratante da usare sulle zone più secche del corpo. E' ottimo per gomiti e ginocchia soprattutto in estate, quando col sole tendono a seccarsi un po' di più. D' inverno invece lo trovo ottimo per reidratare le mani screpolate dal freddo, va usato però la sera prima di mettersi a letto perché è molto grasso. Sui piedi è adatto tutto l' anno, il mio metodo di utilizzo preferito è quello di applicarlo la sera dopo il bagno e poi infilare dei calzini, in questo modo durante la notte il prodotto penetra a meraviglia nella pelle e ci si sveglia con dei piedini di fata, supermorbidi. E' comodissimo anche se volete ammorbidire le cuticole durante la manicure, sarà sufficiente spalmarne una piccola quantità e dopo qualche minuto procedere col classico bastoncino di legno. La cosa per cui ho sfruttato di più questo prodotto però è il post depilazione, è ottimo infatti per restituire idratazione alla pelle irritata da cerette o silk-épil vari. Come accennavo in precedenza è un burro davvero densissimo perciò bisogna stare attente a usarne sempre pochissimo altrimenti resterete irrimediabilmente unte; se dosate bene la quantità invece sarà sufficiente qualche minuto per farlo assorbire del tutto. Un ulteriore bonus di Morbidissima è il profumo che io ho trovato paradisiaco, sembra di annusare buccia di limone grattugiata, una delizia! L' INCI non è terribile ma nemmeno perfetto, continuo a pensare (sono monotona, lo so) che chi fa della naturalità dei prodotti la sua bandiera dovrebbe essere più attento nelle formulazioni:

INCI: Citrus limonum, Butyrospermum parkii, Cera alba, Lanolin, Glycine soja, Persea gratissima, Linum usitatissimum, Mangifera indica, Cocos nucifera, Ricinus communis, Parfum, Triticum vulgare, Lavandula augustifolia, Tagetes minuta, Matricaria chamomilla, Triethanolamine, Stearic Acid, Cetearyl Alcohol, Gardenia jasminoides, Citral, Geraniol, Citronellol, Limonene, Linalool, Methylparaben, Propylparaben.

Vi faccio notare che il limone è rosso perché fotosensibilizzante.Un' altra nota dolente è il prezzo: è vero che questo burro dura una vita ed è molto versatile, ma è anche vero che 9,35 euro per 45 grammi di prodotto non sono pochi. Personalmente non lo ricomprerò perché non ho una pelle così secca da trovarlo assolutamente necessario, ma lo consiglio a chi ha problemi di secchezza davvero grave nelle zone critiche se non si fa spaventare dal prezzo.

Voi avete provato questo burro? Come vi siete trovate? Anche voi trovate il prezzo un po' eccessivo?

lunedì 30 gennaio 2012

Fondotinta Minerale Chrimaluxe*

Da qualche tempo sto usando quotidianamente questo fondotinta, mi ci è voluto un po' a farmene un' idea definitiva perché c' era sempre qualcosa che non mi convinceva ma non capivo bene cosa. In realtà si tratta di un buon prodotto: la polvere è finissima e si stende con estrema facilità, ne basta davvero poco per ogni applicazione ed è così leggero che sembra di non avere niente addosso. Questo è stata forse una delle cose che mi hanno perplesso all' inizio, perché quando ho cominciato a usare questo fondo la mia pelle era in forma smagliante e faticavo a notarne l' effetto, anzi, mi sembrava che mi spegnesse un po' il viso e che coprisse pochissimo. In questo periodo invece ho una pelle terribile e ho potuto quindi constatare che la coprenza di questo fondo è ottima, anche se il prodotto rimane davvero impalpabile. Vi mostro un terrificante prima e dopo per darvi un' idea.

prima (faccia depressa dalla consapevolezza di stare per mostrare questa foto a tutte le mie ignare followers)

dopo (faccia: "saranno ancora vive dopo lo spavento?")
Come vedete l' effetto è notevole: le discromie sono perfettamente uniformate e anche l' alieno che ho sul mento (ingrandite per vedere meglio se avete il gusto dell' orrido) si nota ancora per il suo essere terribilmente in rilievo, ma il rossore è completamente nascosto. In definitiva ho capito quindi che ciò che non mi convince di questo fondotinta è il suo finish. Non è affatto farinoso ma è molto, molto matte, anche se in maniera molto naturale, a guardarmi in viso quando lo indosso perciò mi vedo come se avessi la pelle un po' spenta e preferisco quindi fondi dal finish un po' più luminoso, come il mio amato Elemental Beauty. Si tratta però di una cosa legata puramente al mio gusto personale anche perché questo fondo non secca affatto la pelle, anzi, è il più idratante che ho provato dopo quello Elemental Beauty, e inoltre a modificare il finish basta una cipria leggermente satinata. Si tratta quindi di un buon prodotto e il prezzo di 11,95 euro mi sembra proporzionato. Tuttavia io non lo ricomprerò perché ho provato altri fondi minerali che preferisco. Il colore che ho provato io, e che vedete in foto, è il numero 04 neutral, ed è reperibile sul sito della Chrimaluxe.

Voi avete provato questo fondotinta? Come vi siete trovate? E come vi sembra dalle foto, ha restaurato abbastanza la mia pelle terrificante di questi giorni?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

domenica 29 gennaio 2012

Liz Earle Brightening Treatment Mask*

source: Liz Earle
Da poco più di un mese sto testando questa maschera di Liz Earle che promette di rivitalizzare e illuminare la pelle in pochi minuti. Come sapete raramente Liz Earle mi ha deluso, e anche questa volta devo dire di essere stata davvero colpita da questo prodotto. Si tratta di una maschera dalla consistenza cremosa che si applica sul viso per pochi minuti - uno o due minuti di posa sono più che sufficienti - e si rimuove poi col panno di mussola che viene fornito insieme ad essa inumidito con acqua tiepida. La maschera è facile da stendere, si secca appena sul viso ma rimane sempre abbastanza cremosa perciò non si sente lo spiacevole effetto ventosa dato da molte maschere che invece si seccano del tutto, e che sulla mia pelle delicata tende sempre a causare rossori. Una volta sciacquata la pelle risulta estremamente morbida e il viso appare davvero più rilassato e più luminoso. La cosa che più amo di questa maschera è che per ottenere questo buon risultato basta così poco tempo di posa, il che la rende facilmente utilizzabile anche nelle mattine più indaffarate. Il prezzo di 13,50 £ per 50 ml mi sembra abbastanza proporzionato: rispetto ad altri prodotti del marchio questa maschera è un po' meno concentrata quindi serve un po' più di prodotto per ogni applicazione - io spingo tutta la pompetta per due volte per ottenere la quantità che mi è necessaria - ma il rapporto quantità e qualità prezzo è comunque ottimo, per intenderci io la sto usando un giorno si e un giorno no da un po' più di un mese e non sono nemmeno a metà. L' INCI è l'unica nota un po' negativa visto che, come sempre, da marchi che si proclamano verdi come Liz Earle mi aspetterei qualcosa di più, e in particolare non vedo la necessità di tutti i parabeni che si trovano alla fine:

INCI: Aqua, Aloe barbadensis, Montmorillonite, Hamamelis virginiana, PEG-20 stearate, Silt, Prunus amygdalus dulcis, Panthenol, Cetearyl ethylhexanoate, Cetearyl alcohol, Cinnamomum camphora, Parfum, Citronellol, Hexyl cinnamal, Hydroxyisohexyl 3-cyclohexene carboxaldehyde, Butylphenyl methylpropional, Linalool, Lactic acid, Potassium sorbate, Phenoxyethanol, Methylparaben, Butylparaben, Ethylparaben, Propylparaben, Isobutylparaben, Sodium methylparaben, Sodium propylparaben.

Mi sono trovata comunque molto bene, anche considerando che non si tratta di una crema che quindi verrebbe assorbita dalla pelle, e soprattutto per l' efficacia e la rapidità d' azione.
Voi avete provato questo prodotto di Liz Earle? Come vi siete trovate? E qual è la vostra maschera preferita?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

sabato 28 gennaio 2012

Smalti O.P.I. Vould U Like a Lick-tenstein? e Your Villa or Mine?*

Ho ricevuto questi smalti in prova dalla Fabyline ormai molti mesi fa, nell' ambito del concorso O.P.I. Italia. All' epoca decisi di ritirarmi dal concorso, mi offrii dunque di pagare gli smalti che avevo ricevuto ma l' azienda mi rispose gentilmente che avrei potuto tenerli e recensirli quando avessi voluto, e quindi eccomi qui a parlarvene. Sono i primi e gli unici O.P.I. che io abbia mai provato, sentendone dire sempre grandi cose avevo grandissime aspettative sugli smalti di questo marchio ma purtroppo sono state tutte deluse, senza eccezione. Parliamo prima di tutto di un fattore legato puramente al mio gusto, il colore: entrambe le tonalità che mi sono state inviate infatti non mi sono piaciute, ma lo ribadisco, questo è un fattore personale che quindi non ha nulla a che vedere con la qualità del prodotto.


Vould U Like a Lick-tenstein? è un rosso perlato con leggeri riflessi dorati, che in foto non si vedono affatto. Dal vivo, il lucido che vedete bene nella foto ha una sfumatura dorata che secondo me rende questo colore perfetto se avete dai cinquant' anni in su, ma che trovo davvero antiestetico sulle mie unghie. Inoltre lo trovo difficilmente abbinabile con top coat o stickers, se anche volessi vivacizzarlo un po'. Perché il colore sia così pieno come lo vedete sono necessarie tre passate.


Your Villa or Mine? è un rosa chiaro, anch' esso perlato e anch' esso con dei riflessi dorati, più chiari però di quelli di Vould U Like a Lick-tenstein?, che virano quasi al giallo. Tra i due è senza dubbio quelo che preferisco, ma anche questo da solo fa un po' effetto nonnetta. E' però più facile da modernizzare con qualche sticker o un top coat particolare. Anche per questo sono necessarie tre passate per ottenere la coprenza che vedete in foto, e comunque l' unghia sarà ancora leggermente visibile.

Entrambi i colori hanno una formulazione che ho trovato davvero pessima. La consistenza liquidissima rende la stesura molto facile e il finish come vedete è molto lucido, e questi sono gli unici due aspetti positivi. Per il resto: la coprenza è nulla,  come avrete intuito; la durata è ridicola, entrambi i colori si sbeccano con estrema facilità, a volte addirittura nel giorno dell' applicazione, e il colore inizia a sbiadire dalla punta delle unghie a partire dal secondo giorno, anche su di me che notoriamente sono una su cui la manicure dura parecchio, dai cinque giorni in su per intenderci; infine, lo smalto non si asciuga mai, quindi o fate le tre passate di seguito e vi trovate le unghie piene di bollicine perché il prodotto non ha avuto il tempo di asciugare tra una e l' altra, o vi prendete una giornata per poter avere delle unghie decenti alla sera, e anche così dovendo fare così tante passate di colore lo smalto resterà un po' gommoso col risultato che dopo aver dormito vi ritroverete le unghie segnate dai capelli e dal cuscino.

A questo aggiungete che il prezzo di questi smalti è di 15,00 euro per 15 ml e concluderete che non li consiglierei né ricomprerei nemmeno sotto tortura. Anzi, giacciono inutilizzati nella mia scatola degli smalti perché al di là dei colori che non sono nelle mie corde non li uso per via della cattiva qualità.

Va detto che entrambi i colori sono perlati, perciò non escludo che provando un crème, un matte o un glitterato mi troverei davanti una qualità diversa, e suppongo debba essere proprio così visto che sul web ho sentito sempre o quasi recensioni entusiastiche su questi smalti. Certamente vista la mia esperienza mi azzarderò a comprare un altro smalto di questo brand solo se troverò l' esatto colore dei miei sogni, irreperibile da qualunque altra parte. Non sono contraria a priori a spendere tanti soldi per uno smalto a fronte di una qualità eccelsa, ma credo che chi fa pagare i propri prodotti 15 euro a boccetta dovrebbe garantire una qualità uniforme per tutte le sue formulazioni e colorazioni. In definitiva, per me questi due smalti sono bocciatissimi e ve li sconsiglio caldamente.

E voi? Avete provato gli smalti O.P.I.? Siete state più fortunate di me?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

venerdì 27 gennaio 2012

Musa's Box.

source: Pinterest
  • Riascoltare Homogenic dopo anni.
  • All is Full of Love.
  • Una cena tra donne, i discorsi profondi, e aprire una bottiglia di sidro in quattro con l' aiuto del mediamente potente Bacco.
  • La Chiffon Cake fatta da Matteo, e un nuovo livello di sofficità.
  • L' iscrizione al Goddess Circle.
  • Il colloquio di lavoro andato bene.
  • Le lezioni di yoga e di danza superstrong.
  • Fare spese da Kathay.
  • I pranzetti a base di Goma Wakame.
  • Il thé con un amico accompagnato da dolcetti giapponesi.
  • Prendere un sacco di appunti colorati.
  • Volersi bene.
  • L' ombretto scintillante verde acqua.
  • Wolfie che obbedisce.
  • Betty Swann che si riprende subito dall' operazione.
  • Una serata di risate e chiacchiere con gli amici, a mangiare torte soffici e bere tisane calde nei bicchierini cinesi.
  • Cucinare una tonnellata di cibo da congelare, come le nonne.
  • Le serate con le amiche a chiacchierare e sperimentare il nuovo gioco da tavolo inventato da Matteo.
  • Stare da sola la sera, a bere thé caldo e riflettere, ascoltando buona musica.
  • Riordinare poco a poco i cd.
  • Le mie sei amatissime bestie (quattro gatti, un cane, un fidanzato).
E voi? Com' è andata la settimana, e quali piccole gioie vi ha regalato? 

27 Gennaio.


Il 27 gennaio 1945 i soldati sovietici dell' Armata Rossa (si, loro, e no, non gli americani) liberano Auschwitz. E simbolicamente ci liberano anche di una delle pagine più infime della nostra storia. Con l' augurio che tutti presto dimostrino di aver imparato da quella storia, un bel video (che sembra essere una ricostruzione, e non un filmato originale) per ricordare le vittime, gli eroi, ma soprattutto i carnefici, sperando che chi ancora crede in certi valori scellerati soccomba presto sotto il peso della memoria.


"Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"

giovedì 26 gennaio 2012

Yogi Box #1.

source: Pinterest
Mentre alcune di voi scartano le Glossy Box del mese, e prima della Musa' s Box settimanale, voglio presentarvi una nuova scatola, creata qualche tempo fa dalla mia amica Siderea. Qui trovate una descrizione più precisa della Yogi Box e del suo bellissimo nome, io vi dico brevemente che si tratta di una scatola virtuale in cui raccogliere le cose che abbiamo imparato, e visto che oggi mi sento riflessiva e mi sono trovata a fare un piacevole bilancio dell' anno passato davanti a una tazza di thé profumato ho deciso di condividere con voi i miei pensieri. Che poi magari a voi non ve ne frega niente di conoscerli, ma il blog è mio perciò vi tocca sciropparveli, e quindi ecco di seguito alcune delle lezioni che ho imparato nel 2011.
  • Ho imparato che l' essenza del successo non è raggiungere la fama, avere molti soldi e molte cose, o fare un lavoro di prestigio, ma vivere secondo i desideri più profondi del nostro cuore, e ho imparato che smettendo di inseguire il successo canonicamente inteso i desideri del cuore si rivelano a noi con molta più facilità.
  • Ho imparato che lasciar perdere le aspettative altrui rende più felici noi e, sulla lunga distanza, sorpresi e felici anche gli altri, e che la vita è fatta per diventare se stessi, e non per accontentare gli altri al prezzo della nostra interezza.
  • Ho imparato che gli animali sono guide importanti, magici alleati nelle cose di tutti i giorni, insegnanti formidabili nei momenti cruciali della vita, esseri sapienti che conoscono l' essenza della vita e che sanno tirare fuori i nostri sentimenti più profondi e la verità di ciò che siamo.
  • Ho imparato che se una cosa ci capita significa che abbiamo le forze necessarie ad affrontarla.
  • Ho imparato che il vero amore richiede impegno e fatica, ma che il suo raggiungimento poi è qualcosa di inestimabile.
  • Ho imparato che anche le cose peggiori accadono per un motivo, che l' ombra più buia può essere trasformata in luce, che in ogni dolore c'è una lezione, e che tutto ciò che accade accade per il meglio e per un futuro più felice e splendente.
  • Ho imparato che una vita più semplice è una vita più ricca, e che le cose davvero di valore sono l' amore, il tempo, la creatività.
  • Ho imparato che l' universo si prende cura di me qualsiasi cosa accada, anche se a volte non ne capisco le vie, anche se a volte sono vie che non vorrei percorrere, e ho imparato che avere fiducia e scorrere con la vita riempie di calore e sicurezza e che non ostacolare il cambiamento rende tutto più facile.
  • Ho imparato che mangiare lentamente cose sane fatte con le mie mani rende più sani e più felici... E migliora anche la pelle.
  • Ho imparato che condividere la saggezza rende il mondo migliore e che è fonte di nuova, inestinguibile ricchezza anche per noi stessi.
  • Ho imparato che spesso amare è soprattutto accettare, anche quando non capiamo, anche quando non condividiamo, anche quando non vogliamo, e che ad amare c' è solo da guadagnare.
  • Ho imparato che l' amore incondizionato esiste se ci permettiamo di provarlo, se adottiamo un animale che ci ha scelto o se ci apriamo alla persona che amiamo abbastanza da mostrarle senza paura il nostro vero essere.
  • Ho imparato che nella vita è importante sperimentare per poter scegliere al meglio.
  • Ho imparato che la libertà più pura e assoluta viene da dentro.
  • Ho imparato che "mai dire mai" è un detto davvero sensato.
  • Ho imparato che comunicare con pazienza paga molto più che arrabbiarsi.
  • E ho imparato che l' impegno che si mette in qualcosa è sempre ripagato.
E voi? Cosa avete imparato nell' anno passato? O nella settimana passata, nei due giorni passati, nei tre anni passati, nella vita passata...?

martedì 24 gennaio 2012

Nuova Linea Chocomania The Body Shop.


In questo inizio 2012 The Body Shop ci sta deliziando con moltissime novità davvero interessanti, e oggi voglio parlarvi proprio dell' ultima linea creata da questo marchio, Chocomania. Come potrete intuire dal nome e dalle bellissime confezioni si tratta di una linea al cioccolato fondente, che del cacao non ha solo il meraviglioso aroma ma anche le proprietà benefiche. Il prodotto di punta di questa nuova linea è il burro corpo che ha ben 15 ingredienti attivi che lo rendono il più ricco presente nella gamma The Body Shop. Inoltre il burro è composto per il 45% di ingredienti provenienti dal commercio equo: una percentuale davvero interessante! Vi elenco di seguito i prodotti di cui è composta la linea con i relativi prezzi e le quantità:
  • Burro Corpo, 200 ml, €15,00.
    Ricco e corposo, dall'aroma di cioccolato fondente, garantisce
    un'idratazione non stop fino a 48 ore. Formulato per il 45% con
    ingredienti naturali del Commercio Equo. Con burro di karitè,
    burro di cacao ed olio di cocco biologico.
  • Esfoliante Corpo, 200 ml, €15,00.
    Dall'inebriante aroma di cioccolato fondente, rimuove le cellule
    morte lasciando la pelle morbida, liscia e profumata. Con
    zucchero di canna dall'azione levigante e burro di cacao
    idratante provenienti dal Commercio Equo.
  • Idratante Corpo, 250 ml, €10,00.
    Leggero e di rapido assorbimento, idrata la pelle lasciandola
    delicatamente profumata di cioccolato fondente. Con burro di
    karitè, burro di cacao ed olio di noce brasiliana del Commercio
    Equo. Senza parabeni.
  • Burro Labbra, 10 ml, €5,00.
    Trattamento intensivo per le labbra, dall'irresistibile
    profumazione di cioccolato. Dalla consistenza burrosa, idrata a
    fondo le labbra screpolate. Con cera d'api, burro di cacao e burro
    di karitè del Commercio Equo.
  • Doccia Crema, 250 ml, €6,00.
    Cremoso e delicato, dall'irresistibile profumazione di cioccolato
    fondente. Con burro di cacao e miele provenienti dal Commercio
    Equo. Senza parabeni.
  • Sapone, 100 g €2,50, 4x25 g €5,00.
    Genera una ricca schiuma e deterge lasciando la pelle morbida e
    vellutata. Con burro di cacao ed olio di palma sostenibile.
    Contiene microparticelle di gusci di cocco e cacao tritati
    dall'azione levigante.

La linea sarà disponibile online dal 26 gennaio e nei negozi dal 30 gennaio, io ho tutta l' intenzione di andare immediatamente ad annusare e provare questi prodotti. E voi? Che cosa ne pensate di questa novità in casa The Body Shop? Anche voi adorate il cioccolato?


venerdì 20 gennaio 2012

Musa's Box.

source: Pinterest
Eccomi di ritorno, dopo tanto tempo, con la lista delle cose belle della settimana passata, mi è davvero mancato scrivere questi post!
  • Guardare la brina ghiacciata sulle piante nel grande prato sotto casa.
  • Le cose buone di Bioexpress che riprendono ad arrivare a casa.
  • Un delizioso e inaspettato pacchetto dalla mia cara Theallamenta.
  • Light Blue di Dolce & Gabbana.
  • La Pavlova fatta da Matteo, e assaggiare ancora cruda la meringa marshmallowosa alla vaniglia bourbon che faceva da ripieno.
  • Un po' di shopping coi saldi da Kiko.
  • L' amore impetuoso.
  • La pasta zucca, rosmarino e pinoli.
  • La casa sempre pulita.
  • Parlare, parlare, parlare e addormentarsi mentre ti sussurrano parole dolci.
  • La frittata di peperoni e cipolla fresca.
  • Gli smalti colorati.
  • Essere d' aiuto agli amici.
  • Il Signore degli Anelli.
  • L' incenso al gelsomino.
  • Le feste con gli amici.
  • Una domenica di relax e cinema.
  • Il Kindle.
  • Il pesce fresco al sale con la salsina allo yogurt e erbette.
  • Il mio nuovo set di smalti Urban Decay.
  • Le lezioni divertenti e proficue di yoga e danza.
  • Il maglione rosa cipria e i fiori di stoffa tra i capelli.
  • Comprare piccoli regali alle amiche.
  • Questo sito pieno d' ispirazione.
  • Il sushi dell' Hanami.
  • Mandare in giro un po' di curricula e fissare colloqui di lavoro.
  • Andare a vedere case.
  • Comprare i biglietti per andare presto a Roma.
  • Le mie sei amatissime bestie (quattro gatti, un cane, un fidanzato).
E la vostra settimana come è andata?

giovedì 19 gennaio 2012

Versatile Blogger Award.


Ho appena ricevuto con tanto piacere questo riconoscimento da una delle mie più apprezzate blogamiche, la cara Hermosa di De Ornatu Mulierum. Una volta ricevuto questo premio bisogna raccontare sette cose random su di sé e premiare quindici blog, quelli che seguiamo più spesso e volentieri. Comincio subito quindi con le sette cose random su di me, vediamo...
  • Sono pagana e non è raro che, se semplicemente mi nominate un' antica divinità, il cui nome avete magari sentito in un film fantasy o in una serata di gioco di ruolo, io inizi ad ammorbarvi con tutti i dettagli più profondi legati all' archetipo in questione, o a raccontarvi con precisione certosina quali antiche origini ha tale festa cattolica odierna, e via così. Inoltre, mi sentirete spesso e volentieri pontificare sull' importanza di recuperare il potere femminile perduto, il legame con la natura e altre amenità. Non so come mai i miei amici (i pochi non pagani, intendo) non mi abbiano ancora soppressa, evidentemente rivolgersi agli antichi dei qualche potere speciale lo porta...
  • Quando avevo sedici anni ho passato un anno a studiare in Nuova Zelanda.
  • Detesto visceralmente tutte le cose aromatizzate alla fragola o alla menta, mentre adoro la menta e le fragole vere.
  • Chiedo sempre a qualcuno di tagliarmi la pizza perché coi coltelli sfigati che danno abitualmente in pizzeria non ci riesco mai, da sola, in un tempo utile a non farla sfreddare.
  • Odio le arance dolci, e quando a colazione mi ritrovo con una spremuta che non è almeno un po' aspra passo i miei buoni cinque minuti a borbottare che "ci sarà un motivo se si chiamano agrumi".
  • Quando frequentavo l' università a Roma facevo parte di un collettivo ed ero sempre nella mischia se si trattava di manifestare, occupare, organizzare dibattiti, riunioni, proteste e conferenze varie.
  • Ho uno spiccato talento per il commercio e i miei amici dicono di me che potrei vendere il ghiaccio agli eschimesi. Qualcuno, dopo aver fatto compere in uno dei negozi in cui ho lavorato in passato, mi ha definita l' Anticristo. In realtà è possibile che io sia una venditrice così abile perché i clienti si stufano di sentirmi parlare, secondo me li prendo per disperazione...
Ed ecco, in ordine sparso,  i quindici blog che ho scelto di premiare, ho fatto fede al nome del premio scegliendo quelli che trovo più versatili, che sono anche quelli che leggo più volentieri e di cui non perdo mai (o quasi!) un post:
Si, lo so che sono più di quindici... Ma potevate aspettarvi che una che all' università passava il suo tempo tra manifestazioni, riunioni di collettivo e occupazioni rispettasse le regole?

mercoledì 18 gennaio 2012

Shampoo Lavera al Mango.

source: Google
Eccomi con una brevissima recensione di questo shampoo ecobio che sto provando da più di un mese. Premetto che prima di decidermi a provare uno shampoo completamente ecobio ho gradualmente eliminato i siliconi dai miei shampoo, usando ad esempio quelli della linea Ultra Dolce di Garnier, fino ad approdare a questo. Ho voluto essere prudente, un po' impaurita da racconti orrorifici sul comportamento dei capelli in seguito al passaggio drastico all' ecobio. Premetto anche che io sono sempre stata abbastanza fortunata coi capelli, sono normali, né secchi né grassi, e forti e lucidi di natura, l'unico problema se così lo vogliamo considerare è che sono assolutamente privi di volume. Devo dire però che con questo shampoo ho notato un grosso miglioramento per quanto riguarda la morbidezza e la brillantezza. Lo uso da solo, in quantità minime, e dopo non uso nemmeno il balsamo, e mi ritrovo i capelli setosi, lucidi e morbidissimi, anche se il volume mi sembra invariato - del resto non si propone come uno shampoo volumizzante. La consistenza è un po' più corposa e gelatinosa rispetto ai comuni shampoo da supermercato, il profumo è molto delicato e comunque non permane sui capelli, che rimangono pressoché inodori dopo il lavaggio. Durante l' utilizzo questo shampoo crea una morbida schiuma, si risciacqua con facilità e i capelli rimangono pulitissimi, più a lungo peraltro che con i vecchi shampoo a cui ero abituata. Diciamo che prima li dovevo lavare ogni due giorni, con questo shampoo posso lavarli tranquillamente ogni quattro giorni. Infine, la cosa per me più bella è che i miei capelli non si elettrizzano più: ho i capelli lisci e sottilissimi e prima di questo qualunque shampoo me li rendeva elettrici dopo il lavaggio, al punto che nemmeno il pettine di legno riusciva a sistemarmeli. Da quando uso questo shampoo i miei capelli stanno perfettamente al loro posto, senza sollevamenti o scoppiettii molesti, e francamente non mi sembra vero. Per quanto mi riguarda dunque l' unica nota negativa è il prezzo: io ho pagato questi 250 ml di prodotto 8,40 euro al Naturasì, e trovo che non siano affatto pochi. Considerato però quanto poco prodotto è necessario per lavaggio, quanto è efficace questo shampoo e l' INCI verdissimo che ha, sono disposta a spendere un po' di più e penso che lo ricomprerò, anche se sono tentata di provarne qualcun altro della gamma come quello alla mela o al fiordaliso.

Voi avete mai provato questo shampoo o qualche altro shampoo della gamma Lavera? Usate prodotti ecobio per i capelli o vi trovate meglio coi classici shampoo siliconici?

martedì 17 gennaio 2012

E.l.f. Complexion Perfection.

source: E.l.f.
Oggi vi propongo la breve recensione di questa cipria compatta della linea Studio di E.l.f. che sto usando ormai da un po'. Si tratta di una cipria illuminante e opacizzante, che dovrebbe uniformare il colorito riducendo visibilmente le discromie. In realtà utilizzando il prodotto col pennello, come ho sempre fatto io, si finisce per mischiare i quattro colori di cui è composto trasformandoli in una sottile polvere bianca. L' effetto opacizzante è visibile e duraturo, così come quello illuminante; l' incarnato viene indubbiamente anche uniformato, ma in caso di forti discromie come ad esempio couperose sulle guance o arrossamenti dovuti al freddo non trovo questa cipria risolutiva ed è necessario usare primer o correttori specifici. Nel complesso comunque sono pienamente soddisfatta di questo prodotto: costa appena 4,00 euro, il packaging è pratico ed elegante e si tratta di una cipria efficace e adatta a qualunque tipo di esigenza e di make-up dal momento che non secca né ingrassa la pelle. E'necessario davvero poco prodotto per ogni utilizzo, anche perché eccedendo nella quantità si rischia di schiarire davvero molto il viso. L' unico piccolo difetto della Complexion Perfection a mio parere è che tende a sfarinarsi e rompersi facilmente, perciò è bene trattarla con delicatezza e passare il pennello su di essa con la maggior delicatezza possibile, altrimenti finirete per sprecare inutilmente molto prodotto. Detto questo, io la uso ormai ogni giorno con piena soddisfazione e tra breve, visto che sto per finirla, la ricomprerò senz'altro, perciò mi sento di consigliarvela alla grande.

Voi avete provato questa cipria di E.l.f.? Qual è la vostra cipria preferita?

lunedì 16 gennaio 2012

FOTD #16 - The Body Shop Smoke and Sparkle Collection*


Oggi vi presento, con una foto purtroppo pessima a causa della grigia luce padana, un classico smokey eye nero che ho realizzato lo scorso sabato, per la festa di compleanno del mio compagno. Potete ammirare in azione la palette Silver Black della collezione make-up inverno 2011 di The Body Shop, che sto testando da un po'.

source: The Body Shop


La palette contiene un quad di ombretti, un pennello e una matita nera. Il quad è composto nello specifico da tre ombretti in polvere, un bianco molto shimmer, un antracite satinato e un nero matte, e da un ombretto in crema argento, estremamente glitterato. La scrivenza è ottima per tutti e quattro i colori ma ho alcune riserve sull' ombretto cremoso: è pensato come highlighter ed è perfetto se utilizzato in questo modo, ma effettivamente non ci si può fare altro, perché utlizzandolo sulla palpebra va immediatamente nelle pieghette. Avrei preferito un classico ombretto in polvere un po'più versatile visto anche che il colore è davvero bello. Nella foto vedete applicato, sotto l'arcata sopraccigliare, il bianco sopra l'argento, per un effetto ancora più luminoso. Il bianco è anch'esso molto scrivente, la consistenza è setosissima e il colore regala magnifiche iridescenze allo sguardo. L'antracite è perfetto per sfumare attorno al nero, per un look dalle linee più soft, mentre il nero è scriventissimo e in più niente affatto farinoso, il che evita spiacevoli fall out che alla fine del trucco occhi vi farebbero sembrare un panda e richiederebbero una noiosa opera di struccaggio prima di fare la base. Il pennello è morbido e versatile: personalmente trovo più comodo usare pennelli diversi e specifici per le varie fasi del trucco, ma questo è comodo da portare in giro, all'interno della palette stessa, e se accuratamente pulito tra un passaggio e l' altro permette di realizzare tutto il trucco senza problemi. Ciò che non ho amato invece di questo cofanetto è la matita nera: la mina è troppo dura per i miei gusti, la scrivenza non è pessima ma nemmeno eccellente, e in particolare nella rima interna il colore resta un nero blando, infatti sotto l'occhio ho aggiunto sopra la matita un po'di ombretto nero. Nota positiva però per la durata, che è veramente elevata probabilmente anche grazie alla consistenza del prodotto non troppo morbida. In conclusione questa palette, che costa 20€, mi sembra un ottimo compromesso per chi ama gli smokey eyes e, trovandosi magari ancora alle prime armi col make-up, ha bisogno dei prodotti di base per cimentarvisi, o per chi viaggia spesso e ha bisogno di un kit pratico e di buona qualità per truccarsi la sera in una città diversa dalla propria. Insieme alla palette ho ricevuto anche due gloss, i Mini Hi Shine Lip Treatment, di cui vi mostro gli swatches:
Beige

Coral
Come vedete in foto i colori sono davvero delicatissimi; questi gloss si limitano a dare un leggero riflesso alle labbra, ma sono confortevolissimi, durano un' infinità e sono estremamente idratanti come tutti i prodotti labbra di questo brand, che sono arricchiti del miracoloso olio di marula proveniente dal commercio equo. Sono leggermente appiccicosi, cosa che personalmente amo molto nei gloss, e profumati di frutto della passione, il classico packaging a tubetto è pratico nell'applicazione e comodo da portare in giro. Io uso questi gloss da anni nei colori della collezione permanente e li amo molto, da soli o da mettere sopra un rossetto per renderlo lucido, come ho fatto in questo caso. L'unica cosa che a mio parere il brand potrebbe migliorare è il prezzo di 6 euro, che non è altissimo ma che secondo me potrebbe scendere un po', trattandosi di 6ml di prodotto.


Prodotti Utilizzati

Viso
Fondotinta Minerale Chrimaluxe*
Shiseido Concealer n°2
Cipria Lily Lolo in Flawless Matte
Blush Lumière in Apricot*

Occhi
The Body Shop Silver Black Palette*
Mascara Kiko Ultratech Waterproof
MAC Eyeshadow in Deep Damson (per le sopracciglia)

Labbra
Chanel Rouge Allure in Mythic
The Body Shop Hi Shine Lip Treatment in Beige*

Voi amate gli Smokey Eyes? Possedete già un kit pratico e di qualità come questo, o vi farebbe comodo? Che ne pensate di questa bella collezione invernale di The Body Shop?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.

domenica 15 gennaio 2012

La Lista Nera - Vol. 2 - Dicembre 2011.

source: Pinterest

Anche questo mese ho continuato diligentemente nel mio progetto di smaltimento dei prodotti quasi finiti, o trascurati da tanto tempo, partito da questo post. Questa volta, complici le vacanze passate in Sardegna a casa di mia madre e un generale abbandono del trucco e delle sane abitudini cosmetiche durante le giornate di ferie passate in casa, non sono stata brava come il mese precedente, ma sono comunque riuscita a finire alcune cose, vediamo quali.
  • Too Faced Shadow Insurance - ancora da terminare.
  • Terra Bottega Verde LE Flowers - terminata.
  • Kajal Nero Sephora - terminato.
  • Gloss L'Oréal Juicy - terminato.
  • Fondotinta Minerale Fair Neutral Neve Cosmetics - terminato.
  • Fondotinta Effetto Nudo Bottega Verde - terminato.
  • Grow Luscious Plumping Mascara Revlon - terminato.
  • Rossetto The Body Shop (limited edition di qualche tempo fa, nome sconosciuto) - ancora da terminare.
  • Blush Lilylolo (quattro samples) - terminati.
  • Blush, bronzer e illuminating dust Buff'd (quattro samples) - terminati.
Ecco quindi la lista aggiornata, con i prodotti del mese precedente ancora da finire insieme ai nuovi candidati per il mese di gennaio:
  • Too Faced Shadow Insurance
  • Rossetto The Body Shop (limited edition di qualche tempo fa, nome sconosciuto).
  • Blush Lumière in Apricot.
  • Cipria Lily Lolo Flawless Matte.
  • Mascara Chanel Inimitable Intense.
  • Mascara Kiko Ultratech Waterproof.
  • E.l.f. Complexion Perfection.
  • Shiseido Concealer n°2.
  • Fondotinta Minerale Chrimaluxe.
  • Kiko Crystal Gloss n°06.
Devo dire che anche questo mese, nonostante non sia riuscita ad applicarmi come in quello precedente per cause di forza maggiore, sono abbastanza soddisfatta dei risultati del mio progetto. Inoltre ho appreso con gioia, proprio oggi, di aver involontariamente ispirato LaDamaBianca di Recensioni Cosmetiche a cimentarsi anche lei nello smaltimento di qualche prodotto agli sgoccioli, o che per qualche motivo stava nel beauty case a impolverarsi da un po' troppo tempo. 

Anche voi cercate di smaltire con costanza i vostri cosmetici? C' è qualcuno tra i nuovi prodotti che ho candidato allo smaltimento per il mese di gennaio che vi piacerebbe vedere recensito su questo blog?

sabato 14 gennaio 2012

The Body Shop Eau de Toilette White Musk Libertine*

Come vedete sono stata assente dalla blogosfera davvero a lungo, complici delle bellissime vacanze che mi hanno davvero risucchiata in un vortice di cose belle. Mi sono goduta la mia isola, la mia famiglia d' origine e quella d' elezione (pelosi inclusi), ho passato giornate a passeggiare al mare, altre a mangiare cose buonissime e altre ancora a cucinare, parlare e guardare film col mio compagno. Ho passato belle serate con gli amici, o a giocare coi bambini, o ancora a lume di candela con la persona che amo. E' stato un Natale strano, non ho nemmeno fatto l' albero e c' era troppo sole e troppo caldo per sembrare inverno, ho fatto pochi regali ma tutti col cuore, e le feste appena finite sono le migliori che abbia passato da anni, e spero solo le prime di una lunga serie. Immersa in tanta felicità ammetto di non aver avuto non solo molto tempo, ma nemmeno molta voglia di scrivere qui, talmente ero occupata a godermi certe atmosfere fiabesche. Adesso però sono rientrata a pieno ritmo nella vita di tutti i giorni, e ci tengo a riprendere la mia vita da blogger parlandovi del meraviglioso profumo che mi ha accompagnato nel periodo fatato da cui sono reduce. 

source: The Body Shop

White Musk Libertine* è l'ultimo nato nella famiglia delle deliziose fragranze The Body Shop. Ho sempre amato i profumi di questo brand, ho usato a lungo Neroli Jasmin, Water Lily, Cassis Rose e il celeberrimo White Musk, ma credo che questa volta The Body Shop abbia davvero superato se stesso. White Musk Libertine* è speciale a partire dal packaging, una raffinata bottiglia di vetro satinato che degrada da un bel rosa carico a una delicata trasparenza. 



Trovo che il design del prodotto rispecchi molto bene la fragranza: appena messo questo profumo rivela la piena dolcezza del lokum e il forte carattere del muschio, che come potete vedere dalla piramide olfattiva soprastante è sempre presente. Dopo il primo impatto dolce e forte la fragranza si fonde nella pelle smorzandosi al punto giusto da lasciar sbocciare le sue meravigliose note fiorite. Infine, vi avvolgerà per tutto il giorno senza disturbare con un sentore d' oriente e una reminiscenza di dolci speziati appena sfornati. Trovo che la forza di questo profumo sia il suo straordinario equilibrio: è persistente ma non invadente, è dolce ma non stucchevole, speziato ma non pungente. E' una fragranza calda e avvolgente, che mi fa pensare ai fiori dal profumo incredibile descritti da Baudelaire, a una femminilità dolce e decisa insieme, a giornate di sole tiepido in cui stare a casa a sfornare dolci, a mattine fresche in cui camminare sull' erba con gli stivali e una gonna un po' troppo leggera... E' una fragranza che ha carattere insomma, e non dubito che la amerete soprattutto se, come per me, l' olfatto è uno dei vostri sensi predominanti e amate i profumi complessiche stuzzicano i sensi e la memoria. Per quanto mi riguarda questo eau de toilette è entrato di prepotenza nella mia top ten di profumi preferiti, e visto anche l' onestissimo prezzo di 15 euro per 30ml non ho dubbi che lo ricomprerò quando l'avrò finito. La scelta di un profumo è sempre molto personale, ma vi consiglio spassionatamente di andare almeno ad annusare questa meraviglia, secondo me non potrete che innamorarvene!

Anche voi avete provato e amato questo profumo? Conoscevate già le fragranze The Body Shop? Cosa cercate nel profumo ideale?

*i prodotti contrassegnati con l'asterisco sono omaggi ricevuti a scopo di valutazione. Non sono vincolata in alcun modo a parlarne, non sono pagata per farlo, non sono affiliata ad alcuna azienda e quelle che esprimo sono sempre e comunque le mie oneste e personali opinioni, non influenzabili in alcun modo.