Followers

Follow by Email

Translate

My YouTube

Loading...

Labels

Abbondanza AlchimiaNatura Animazione Armani AromaZone Arte Attirance Autoproduzione Aveda Awards Bagno Bagnoschiuma BalsamiCorpo Basics BBCream BemaBio Benefit Benessere BestOf BibliotecaPagana Bioalchemilla Bioearth BiofficinaToscana Biolù Blush Books BottegaVerde Bronzer Buff'd Capelli Casa CCCream Chanel China Glaze Chrimaluxe Cipria Clarins Collezioni Collistar ContornoOcchi Corpo Correttori CosmesiNaturale Creatività CremeColorate CremeCorpo CremeMani CremeViso CuradeiCapelli CuradeiPiedi CuraDelCorpo CuradelleMani CuraDelViso DahliaNoir Deborah Decluttering Deodoranti Detergenti Dior DolceGabbana Dove Downshifting Dramatag E.l.f. EauDeToilette EcoBio Ecologia ElementalBeauty EllisFaas Empties Erborian Esfolianti Essence Eventi Eyeliner Fard FengShui FigheCosì Fissatori Fitocose Fondotinta FOTD Fotografia Fragranza Fragranze Garnier GelDoccia Giveaway Givenchy Gloss Gratitudine HomeDecor Homemade IdeeRegalo IlGiardinodiArianna Ispirazioni IsseyMiyake Kiko L'Erbolario L'Oréal Labbra LaListaNera LaSaponaria Lavera Layering Letteratura Lettura Letture Libri Lifestyle Lilith'sCave LilyLolo Link-o-rama LipGloss LizEarle Look Lush MAC Madina MadMinerals MagicPeeling Make-Up Make-upBasics MakeUpForEver Mani Manicure Mascara MaschereViso MatiteOcchi Mavala Milano Minerale MineralFlowers MUFE Musa'sBox Musica MyBeautyBox Naarei NailArt Natale NeveCosmetics NeveMakeUp NicolaiLilin NOTD O.P.I. Ombretti OmniaBotanica Orly OrrorieMeraviglie Paganesimo Palette Parfum Pavia Pedicure PhotoADayChallenge Photodiary PiccoleCose Piedi Pigmenti Poesia Politica Postilosi Preferiti Premi Profumi Profumo Prosperità Pupa RawGaia Recensioni Regali Remedia Revlon Rituali Rossetti SaloneContempora SalvietteStruccanti Sante Sapò Saponi Scrub Sephora Shampoo Shiseido Shopping SkinCare SmallThings Smalti SmaltimentoProdotti Spiritualità Stile Struccanti Suhada Tag TeaNatura Terre TheAllNaturalFace TheBodyShop TimBurton Tonici Top5 Trucco TruccoMinerale Tutorial Unghie UrbanDecay Vampire Video Viso VitaPersonale VivaLaNails WishList YesToCucumbers Yogi Box YSL Yule YvesSaintLaurent

Le Fedelissime

sabato 27 luglio 2013

Books vol. 2 - Caduta Libera di Nicolai Lilin.


"Di tutto questo incidente, la cosa che mi aveva colpito di più era il modo in cui il nostro capitano aveva chiamato quel cadavere sfigurato. L' aveva chiamato monumento."

"Vedere le persone morire quando non se l' aspettano, ucciderle mentre sono immerse nella totale tranquillità, è un privilegio riservato solo ai cecchini. [...] ho imparato a eseguire il mio compito con pazienza, a osservare le scene di morte con molta calma, a guardarle come si guarda un quadro."

Tanto ho amato Educazione Siberiana quanto ho odiato questo libro. Lilin racconta in queste pagine ogni dettaglio della sua esperienza come cecchino durante la guerra in Cecenia e la storia che ci propone non è che una lunga e dettagliata cronaca di guerra. Una guerra dei giorni nostri spietata e senza scopo, come ce ne sono tante in giro per il pianeta mentre noi viviamo al sicuro nelle nostre case protette con le nostre famiglie spensierate, raccontata nei minimi particolari senza esclusione di dettagli cruenti, abominevoli, vergognosi. Nonostante lo stile scorrevole ho trovato la lettura faticosissima, vengono narrate varie operazioni militari svolte dal gruppo dei sabotatori di cui Lilin faceva parte che dopo poco hanno finito per sembrarmi un' infinita sequela di massacri uguali tra loro, senza sosta, senza tregua, in una tensione e un ribrezzo incredibili. Speravo sempre che il racconto finisse e passasse ad altro, e invece le uccisioni, le torture, i pericoli erano sempre lì, ad ogni pagina. Alla fine dell' opera mi sentivo esausta, annichilita, momentaneamente incapace di apprezzare il genere umano. Forse è proprio questo il valore di questo libro, un barlume di comprensione di quello che vivono le persone che la guerra la fanno, ma quello che rimane dalla lettura è solo disgusto e una gran rabbia nel pensare che cose come quelle narrate da Lilin continuano ad accadere ogni giorno, mentre noi siamo felici o, peggio, tristi e insoddisfatti per le cose più stupide nelle nostre vite tutto sommato semplici e agiate. E' senz' altro un libro che serve a sensibilizzare, ma lascia anche con un forte senso di impotenza, lo stesso vissuto dal protagonista costretto come tutti nelle atroci maglie del sistema. La parte che ho trovato più interessante è stata quella finale, in cui Lilin racconta del suo ritorno a casa e delle difficoltà a reintegrarsi nella società da cui proveniva. Caduta Libera non è un brutto libro, è semplicemente un libro duro, vero, crudo, difficile da digerire. Ve ne consiglio la lettura se volete dolorosamente aprire la vostra coscienza, se volete essere più informati su quello che c' è  dentro e dietro le guerre o le "missioni di pace" che vediamo distrattamente nominare al telegiornale, e se siete forti di stomaco; diversamente vi consiglio di dedicarvi a letture più leggere.

"Ancora oggi, spesso mi capita di osservare dei luoghi all' aria aperta e pensare senza accorgermene che sarebbero perfetti per un' azione militare. Mentre una persona normale guarda un paesaggio e pensa alla bellezza della natura, io, contro la mia volontà, mi accorgo di valutare dove si potrebbe mettere la mitragliatrice."

"Ogni uomo porta dentro di sé dio e il diavolo. In certe situazioni è giusto che uno prenda il sopravvento sull' altro: solo così l' uomo può sopravvivere."

0 commenti:

Posta un commento

Thank you, I love your comments! :)